PINUCCIO MASALA PRESSO “FARM CULTURAL PARK”

Vi racconto la mia Work Experience..

Sono Pinuccio, ho 34 anni e partecipo al programma Maistru Torra per una serie di eventi casuali che sono successi. Un mio amico mi avverte di questa possibilità e senza troppe domande leggo il bando e mi iscrivo. Ci provo e il test va bene, ok. Pare che possa essere una cosa interessante per trovare nuovi stimoli cui vado cercando e così decido di avventurarmi, in un posto che a una prima occhiata è praticamente identico alla Sardegna se non fosse per qualche piccola differenza.

Cercavo qualche realtà che potesse adattarsi bene ai miei studi e ai miei interessi, dunque architettura e arte in primis, e in questo senso sono subito stato incuriosito dal Farm Cultural Park.

PINUCCIO MASALA racconta

22/07/2019: “Il Farm Cultural Park è a Favara, una cittadina a pochi chilometri da Agrigento. È un centro culturale indipendente e occupa gli spazi dei locali che si affacciano su un gruppo di cortili molto carini e caratteristici, impreziositi da alcune opere artistiche e da un arredo delle facciate particolarmente giocoso; in una parte della città vecchia che è stata recuperata da alcune persone fantastiche. Verrete accolti da un elefante che sembra fare la guardia al cortile e vi troverete di fronte una parete coloratissima.

Ma forse per raccontare queste cose è meglio utilizzare le immagini (vedi galleria fotografica)… Ogni estate il FCP cambia e ospita una diversa esposizione, quest’anno si tratta della Biennale delle città del mondo “Countless Cities”, un’esposizione molto interessante dove sono raccontate le esperienze di vari artisti e architetti in giro per circa 30 città del mondo. L’esposizione non è ristretta ai soli locali della Farm ma occupa anche gli spazi di altri due edifici, Palazzo CafisiPalazzo Miccichè per un totale di circa 30 padiglioni. La prima settimana sta finendo e devo dire che il primo impatto è stato sicuramente positivo; sto cominciando ad ambientarmi”.

02/08/2019: “È ormai iniziata la terza settimana della work experience presso il Farm Cultural Park di Favara; il tempo corre veloce forse anche perché le cose procedono molto bene. Devo dire che confrontarsi con una realtà diversa si sta rivelando uno stimolo utile in tutti i sensi.

Per quanto riguarda l’attività che principalmente svolgo, di front office, sto imparando molte cose soprattutto per la natura stessa dell’attività che mette a nudo certi miei limiti e mi obbliga a confrontarmi con gli stessi.
Inoltre è la mostra stessa di quest’anno “Countless Cities” a stimolare questo continuo gioco di confronti, non più quindi in senso pratico ma intellettuale e teorico, attinente a quelli che sono sempre stati i miei interessi in campo artistico.

I padiglioni ospitati spaziano fra approcci molto differenti; naturalmente ci sono quelli più interessanti e quelli meno, a mio parere, ma in ogni caso tutti hanno la capacità di metterti di fronte a realtà nuove; nei casi più poveri soltanto in senso geografico, in quelli più interessanti anche in senso intellettuale. Non è neanche così difficile trovare ogni tanto spunti capaci di ritrasportarmi in un attimo nuovamente in Sardegna, anche se magari stanno parlando di chissà quali luoghi più o meno lontani. Questo accade in genere quando il padiglione in questione urta il senso empatico in maniera diretta e, se fa questo, vuol dire che in qualche maniera sta raccontando qualcosa di Sardegna, magari anche inconsapevolmente… d’altronde anche la Sicilia è un’isola”.

IL TUTOR racconta

Coming soon…

IL CANDIDATO

NOME: Pinuccio

COGNOME: Masala

ETA’: 34 anni

LINEA DI INTERVENTO: Linea 1

PROFESSIONE: Disoccupato

CITTA’ DI PROVENIENZA: Nule (SS)

AZIENDA OSPITANTE

FARM CULTURAL PARK

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Site Menu
X