ORGOGLIO SARDO IN FESTA, ANCHE IN SPAGNA

Ieri si è svolta “Sa Die de sa Sardigna”, giornata di festività regionale commemorativa della cacciata dei funzionari piemontesi e della presa del potere da parte degli Stamenti durante i vespri sardi (28 aprile 1794).

Come ogni anno non sono mancati i festeggiamenti sia in Sardegna che fuori dal contesto isolano. Noi abbiamo avuto un reporter d’eccezione rispetto a quanto avveniva a Madrid: Fabio Soru, impegnato in una work experience proprio presso il Circolo dei sardi a Madrid.

Fabio ha voluto inviare questo scatto, che rappresenta una delegazione del circolo con l’immancabile bandiera dei 4 Mori, e testimonia come anche gli emigrati del circolo “Ichnusa” di Madrid abbiano ricordato questa importante giornata.

Durante la celebrazione i soci si sono riuniti e hanno ricodato i fatti dei vespri sardi del 28 aprile del 1794, leggendo alcuni passi del libro Sa Die de sa Sardigna di P. Putzolu, M.E. Ardu. G. Camedda. Hanno poi realizzato delle barchette di carta per ricordare la cacciata dei piemontesi che sono state donate ad amici e passanti incuriositi anche dalla bandiera e dallo spot:”nara cixiri”. É stata un’ottima occasione per ricordare la rivolta dei sardi e per commemorare un avvenimento a volte troppo sottovalutato. La giornata si é quindi conclusa con un pranzo dei soci in un locale sardo molto conosciuto in città a base di prodotti tipici sardi.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Site Menu
X