FRANCESCA SETZU PRESSO “FARM CULTURAL PARK”

Vi racconto la mia Work Experience..

Mi chiamo Francesca e sono un architetto di 34 anni.
Mi occupo di abitare e comunità collaborative.
Ho deciso di venire a Farm Cultural Park per conoscere da vicino l’esperienza di un centro culturale indipendente che basa la sua attività sul recupero di spazi abbandonati e sulla rigenerazione sociale attraverso l’arte.

FRANCESCA SETZU racconta

17/05/2019: “In queste prime due settimane “alla Farm”, come la chiamano i favaresi, le giornate sono state molto varie e pienissime di attività. Infatti Farm cultural Park, oltre ad avere degli spazi espositivi interni ed esterni (ora in mostra “Detroit Syndrome”), ha un calendario settimanale che si articola in appuntamenti come i laboratori per bambini dai 4 ai 12 anni e per ragazzi dai 13 ai 19 anni, le lezioni della Scuola di architettura per bambini “SOU” e gli incontri della scuola politica per giovani donne “Prime Minister”.
Alle attività fisse si aggiungono eventi come residenze d’artista e workshop organizzati in collaborazione con collettivi artistici in vista della Biennale delle città del mondo “Countless cities” che verrà inaugurata il 28 Giugno.
Non mancano i momenti di convivialità con gli abitanti dei “7 cortili” di Farm e con gli ospiti nazionali ed internazionali che vanno e vengono ogni giorno!”

07/07/2019: “Il mese di Giugno vede la Farm trasformarsi completamente in vista dell’inaugurazione di COUNTLESS CITIES, la Biennale delle città del mondo.
Sono settimane intense quelle che precedono il week end del 28 Giugno. I tre poli della manifestazione, I sette cortili, Palazzo Miccichè e Palazzo Cafisi, da ruderi del centro storico, si trasformano in padiglioni espositivi con colori e immagini da tutto il mondo: Chicago, Matera, Pechino, Tunisi, Tiblisi, un giro del mondo in una manciata di ore di visita!
È un’occasione unica che ci permette di conoscere artisti e ospiti nazionali ed internazionali, di ascoltare racconti, di condividere spaccati di vita vissuta e di confrontarci su temi come l’abbandono degli spazi, la riqualificazione urbana, le diversità sociali e le affinità tra luoghi distanti continenti ed oceani.
Tutto ciò è potuto succedere grazie all’ambizione degli ideatori ma soprattutto grazie al lavoro e alla dedizione della squadra che giorno dopo giorno ha dato vita al progetto, si è fatta forza nei momenti di stanchezza ed è riuscita a regalare ai visitatori un’esperienza unica”.

Feedback finale: “L’esperienza di Farm mi ha permesso di conoscere artisti e ospiti nazionali ed internazionali, di ascoltare racconti, di condividere spaccati di vita vissuta e di confrontarci su temi come l’abbandono degli spazi, la riqualificazione urbana, le diversità sociali e le affinità tra luoghi distanti continenti ed oceani.
Tutto ciò è potuto succedere grazie all’ambizione degli ideatori Andrea e Florinda ma soprattutto grazie al lavoro e alla dedizione della squadra che giorno dopo giorno da linfa vitale al progetto, si fa forza nei momenti di stanchezza e riesce a regalare ai visitatori un’esperienza unica”.

IL TUTOR racconta

Mariacristina Di Carlentini: “Francesca ha fatto parte di un team all’interno del quale lei stessa, ha apportato grande forza e spirito di iniziativa. La sua metodologia organizzativa le ha permesso di gestire in aiutonomia le attività ludico- didattiche rivolte ai bambini dimostrando un grande senso di responsabilità e controllo. Francesca ha collaborato a tutti gli allestimenti apportando grazie alle sua energia, un brillante sostegno agli artisti e alla struttura. Il suo carattere sempre propositivo e disponibile, ha concesso al team di poter sempre contare su di lei e di poter fare affidamento alle sue capacità di assimilare velocemente tutti gli aspetti gestinali della struttura”.

LA CANDIDATA

NOME: Francesca

COGNOME: Setzu

ETA’: 34 anni

LINEA DI INTERVENTO: Linea 1

PROFESSIONE: Disoccupata

CITTA’ DI PROVENIENZA: Samassi (VS)

AZIENDA OSPITANTE

FARM CULTURAL PARK

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Site Menu
X